Experience 2030: il Covid-19 ha creato un nuovo tipo di cliente?

Experience 2030: il Covid-19 ha creato un nuovo tipo di cliente?
Experience 2030: il Covid-19 ha creato un nuovo tipo di cliente?

SAS, la ben nota società statunitense produttrice di software che supportano il processo decisionale di aziende e aree strategiche differenti (fondata nel 1976 da Anthony Barr, James Goodnight, John Sall e Jane Helwig), ha recentemente commissionato un interessantissimo sondaggio sulle abitudini di acquisto dei consumatori e sulle principali pratiche che i brand hanno messo in piedi per cercare di comprendere la Customer Experience, definendo ed analizzando i fattori che potrebbero condizionarla da qui al 2030.

Secondo la ricerca, condotta su un campione di oltre 10 mila consumatori (Europa, Medio Oriente ed Africa), il 34% dei rispondenti (per quanto riguarda l’Italia, il 32%) si è dichiarato pronto ad abbandonare un brand dopo una sola esperienza negativa.

Inoltre, il 61% dei clienti (per quanto riguarda l’Italia, il 65%) sarebbe disposto a pagare di più per acquistare da aziende che hanno fornito una buona Customer Experience durante l’emergenza Covid-19.

Infine, nella ricerca sono stati definiti anche i principali fattori che influenzano le decisioni di acquisto dei clienti: Prezzi bassi e sconti (51%), Disponibilità e qualità (44%), Convenienza (37%), Comportamenti responsabili da parte dell’azienda (32%), Servizio clienti reattivo e disponibile (27%), Servizio clienti cordiale (27%), Rimborsi e resi flessibili (25%), Offerte personalizzate (22%), Recensioni e raccomandazioni dei clienti (19%), Comunicazione e aggiornamenti regolari (16%).

Per scaricare (previa registrazione) l’indagine completa, cliccate qui.

Con quale probabilità raccomanderesti Customer Centricity ad un amico o a un collega? *

Come possiamo migliorarci?

Se vuoi, puoi inviarci i tuoi suggerimenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: