Come digitalizzare i processi aziendali?

Come digitalizzare i processi aziendali?
Come digitalizzare i processi aziendali?

La digitalizzazione dei processi aziendali dipende in massima parte anche dal tasso di deframmentazione delle tecnologie utilizzate. Mi spiego. Troppo spesso le aziende acquistano un determinato prodotto per ogni specifica esigenza, sottovalutando le inefficienze derivanti da una rete di software non integrati nativamente tra di loro. Per sviluppare un approccio omnicanale alla gestione delle relazioni con i clienti, è indispensabile mettere a disposizione dei propri utenti (e dei propri collaboratori!) una piattaforma digitale di CRM organizzata modularmente, in cui tutti i componenti siano perfettamente integrati tra di loro. Le informazioni raccolte durante le interazioni con i clienti saranno poi distribuite omogeneamente in tutti i sistemi della suddetta piattaforma, rendendo più fluido ed immediato lo sviluppo del proprio business.

Semplificare, semplificare, semplificare!

Il segreto per garantirsi un vantaggio competitivo sulla concorrenza grazie ai dati non è solo quello di mettere in campo una serie di strategie condivise per raccoglierli costantemente ma, anche e soprattutto, di elaborare le giuste procedure per analizzarli. Ancor prima dell’implementazione dei singoli componenti di una determinata tecnologia, è opportuno sviluppare ed alimentare un approccio olistico alla gestione delle interazioni con il proprio target di riferimento, definendo in maniera chiara e concisa le linee guida dei progetti e puntando sulla semplificazione dei processi come leva del cambiamento.

Una volta definiti gli obiettivi da perseguire, partendo dalle specifiche esigenze dei propri clienti, ci si può finalmente concentrare sui mezzi per raggiungerli, non limitandosi a scegliere la migliore tecnologia per farlo ma aspirando ad una costante ed omogenea armonizzazione dei diversi software implementati. Le aziende più innovative e performanti in circolazione fanno della semplificazione dei processi il proprio credo. Investono risorse umane ed economiche non solo nella ricerca delle migliori innovazioni sul mercato ma anche nelle strategie più utili per integrarle nella propria infrastruttura tecnologica. Il futuro, sebbene incerto, probabilmente ci riserverà moltissime sorprese, in quanto il vero cambiamento si realizzerà grazie a qualcosa che fino a questo momento abbiamo dato per scontato: dipenderà più da un improvviso cambio di prospettiva che dall’ennesimo ritrovato tecnologico immesso sul mercato.

Il miglior modo per andare da A a B

Quando capiremo che il segreto per il successo è soprattutto quello di trovare il miglior modo per andare da A a B senza passare per C o D, cominceremo a scegliere le tecnologie in base alle esigenze dei nostri clienti e non solo per il gusto di farlo. Ci ritroveremo ad acquistare omogeneità ed integrazione più che tecnologia in senso stretto. Non ci limiteremo ad implementare un software in virtù della sua capacità di fare qualcosa ma ci preoccuperemo di integrare le sue funzionalità nel nostro ecosistema di business, valutandone l’efficienza secondo parametri apparentemente inusuali ma senz’altro più innovativi delle stesse tecnologie di cui si fa portatore.

Siete sicuri di scegliere le tecnologie in base alle esigenze dei vostri clienti? Valutate l’efficienza di una piattaforma di CRM solo in base a ciò che è in grado di fare? I vostri processi per la gestione delle relazioni con i clienti sono sufficientemente efficaci? Parliamone!

Pubblicato da Andrea Camerino

Con una esperienza di oltre 15 anni, ha ricoperto tutte le principali funzioni in ambito CRM, lavorando sia per aziende con Customer Service in outsourcing che in house. In questi anni, non ha mai trascurato la scrittura, una delle sue più grandi passioni, collaborando come giornalista freelance per diverse testate specializzate o generaliste, sia offline (quotidiani e settimanali) che online. E' iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal gennaio del 2001.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: